martedì, 25 lug 2017 12:47

Vai all'archivio
Stampa Invia

Rifugiati Scanzano Jonico, la solidarietà di Cifarelli

01 febbraio 2017, 16:54

Il capogruppo regionale del Pd interviene in merito all’ospitalità per i rifugiati politici e sottolinea la sua solidarietà al Parroco ed al Sindaco di Scanzano Jonico

(ACR) - “Nel luglio dello scorso anno la Regione Basilicata ha approvato la legge regionale n. 13 in materia di accoglienza, tutela e integrazione dei cittadini migranti e rifugiati. Essa, probabilmente passata sotto silenzio agli occhi di larga parte dell’opinione pubblica, ma rappresenta una legge di grande civiltà e significativo punto di partenza per l’attuazione di politiche di coesione sociale destinate a supportare la crisi umanitaria in corso”. 

E’ quanto afferma il consigliere regionale del Partito democratico, Roberto Cifarelli.

“La Basilicata, infatti – prosegue Cifarelli - da sempre crocevia delle culture del Mediterraneo e terra di migrazioni, ha una oramai consolidata cultura dell’accoglienza. Questa premessa stride con forza nell’apprendere della difficoltà da parte dei locali residenti di ospitare a Terzo Cavone di Scanzano Jonico tre madri e nove bambini già riconosciuti come rifugiati. Dodici persone, un piccolissimo numero che, però, crea spavento, e che fa chiudere le porte anziché aprirle di fronte alle enormi tragedie umanitarie del nostro tempo. Conosco la fede e l’impegno di Don Antonio Polidoro, il parroco di Scanzano Jonico – sottolinea Cifarelli - che non si risparmia di fronte ai poveri ed agli ultimi, così come non si è sottratto dal solidarizzare in modo materiale con le mamme ed i bambini profughi accogliendoli, come è giusto che sia e come ha chiesto lo stesso Papa Francesco, nei locali nella sua disponibilità a Terzo Cavone. Sottolineo, altresì, la sensibilità e la serietà del sindaco di Scanzano Jonico, Raffaello Ripoli, che, insieme con gli altri sindaci della Provincia di Matera, ligio ai suoi doveri d’ufficio non si è sottratto all’appello della prefettura di Matera nel dare  una disponibilità  a superare questo difficile momento”.
“A Don Antonio e a Raffaello Ripoli – conclude Cifarelli - sento di rivolgere la mia più sentita solidarietà e gratitudine invitando entrambi a proseguire nella propria attività a favore della comunità e perché Scanzano Jonico viva serenamente questa esperienza di accoglienza con maturità ed altruismo”.

dt

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

III Ccp, Di Carlo: serve norma esplicativa su mini eolico

Audito in terza Commissione consiliare il Sindaco di Balvano in...

Fiamme a Lauria, Rosa e Tripano: e l'impianto antincendio?

Gli esponenti di Fratelli d’Italia – Alleanza nazionale: “Incendio a Lauria. Perché non ha funzionato l’impianto antincendio del Costone Armo? Nel silenzio dell’Amministrazione, abbiamo presentato denuncia per chiarire le responsabilità”

Frana Montescaglioso, Spada e Lacorazza presentano mozione

“Il Presidente e la Giunta regionale tengano conto, nell’ambito degli interventi urgenti per la mitigazione del rischio idrogeologico, dei due progetti inerenti il completamento della messa in sicurezza del versante interessato dall’evento del 2013”

OSPEDALE UNICO LAGONEGRESE, SI A ODG CIFARELLI

Chiesto l’impegno della Giunta per la realizzazione dell’opera