venerdì, 22 set 2017 17:13

Vai all'archivio
Stampa Invia

“Sinisgalli patrimonio da salvaguardare”, mozione di Pace

12 aprile 2017, 13:45

Il documento, sottoscritto anche da Benedetto, Bradascio, Miranda Castelgrande, Robortella, Romaniello, Rosa e Spada, chiede al presidente Pittella di intervenire per scongiurare la dispersione di materiali e oggetti del grande poeta di Montemurro

(ACR) - “’Un Leonardo del 900’: così è stato definito Leonardo Sinisgalli, figura illustre della cultura internazionale e personaggio poliedrico in quanto è stato poeta, scrittore, narratore, giornalista, art director, creatore e direttore di riviste come l’innovativa ‘Civiltà delle macchine’, documentarista, autore radiofonico, disegnatore e pubblicitario. Una personalità che definisco ‘patrimonio dell’umanità’ e la cui opera va difesa e salvaguardata, soprattutto dopo gli accadimenti delle ultime settimana in quanto vi è il pericolo che una parte importantissima del suo patrimonio possa essere messa all’asta, con contestuale dispersione di un vero tesoro culturale formato da oggetti d'arte, libri antichi e moderni, dell'epistolario e di altro materiale della casa romana del poeta ingegnere”.

E’ quanto dichiara il consigliere regionale del gruppo misto Aurelio Pace, che ha presentato una mozione urgente, sottoscritta anche dai consiglieri Benedetto, Bradascio, Miranda Castelgrande, Robortella, Romaniello, Rosa e Spada, con la quale chiede al presidente della Regione “di acquisire informazioni sullo stato reale della situazione riguardante il materiale di Leonardo Sinisgalli e se sia reale il pericolo di dispersione; di scongiurare tale pericolo inviando, come già concordato con il capo di gabinetto del ministro dei Beni Culturali Giampaolo D’Andrea, tutta la documentazione in nostro possesso al fine di attivare ogni misura affinché venga scongiurata la vendita all’asta del patrimonio, per evidente interesse culturale nazionale”.

“La mozione è una prima risposta all’allarme lanciato dalla Fondazione Sinisgalli di Montemurro”, spiega Pace ricordando che “nel suo testamento Sinisgalli espresse la volontà che la casa natia di Montemurro dovesse diventare un museo e i proventi dei diritti letterari utilizzati per sostenere il figlio, Filippo, e per tenere aperta la struttura museale”.

“Nella sua vita e nella sua poetica – aggiunge Pace - Sinisgalli ha sempre espresso un velo di amarezza per la sua condizione di emigrante, lasciando la sua Montemurro su consiglio del suo maestro, che dopo la licenza media convinse la madre a mandarlo in collegio per proseguire gli studi. Infatti nelle sue opere sono riportati luoghi, storie della sua infanzia dalle quali risalta il sofferto allontanamento dalla sua Basilicata. ‘Ero nato senza appetiti e volevo semplicemente perire nella mia aria’, scriveva il poeta segnalando un legame talmente profondo da portare alla decisione di essere sepolto nel suo paese natio. La mozione, che invito tutti i colleghi consiglieri a firmare, deve essere uno dei tanti atti tesi a salvaguardare il patrimonio intellettuale di Sinisgalli ed allo stesso tempo anche un punto di avvio di una riflessione sulla valorizzazione della nostra identità e dell’immenso valore e ricchezza del patrimonio intellettuale e immateriale”.

“Rivolgo anche un appello a tutti gli intellettuali – conclude Pace - anche non lucani, a sostenere questa iniziativa perché Leonardo Sinisgalli, come tante altri personaggi della nostra cultura, è un simbolo che va oltre i confini lucani e nazionali. Salvaguardare Sinisgalli significa salvaguardare il tesoro culturale italiano, che non ha confini di spazio e tempo e che noi tutti dobbiamo preservare soprattutto per le generazioni che verranno”.  

Redazione Consiglio Informa

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

Polese: Maratea e Patrimonio Unesco giusto connubio

Il consigliere regionale del Pd: “La nostra perla del Tirreno è stata...

RISORGIMENTO, SANTARSIERO: UN ERRORE LA MOZIONE

Annunciato un nuovo documento per annullare quanto approvato

Maratea, Polese: al via candidatura per Patrimonio Unesco

Il consigliere regionale del Partito democratico, Mario Polese,...

Risorgimento, M5s: “Imbarazzante retromarcia maggioranza”

Per i consiglieri Leggieri e Perrino “le dichiarazioni di Santarsiero stravolgono il senso della nostra mozione, che chiedeva giustizia e memoria per le migliaia di persone del meridione che hanno pagato con la vita il processo di unificazione del Paese”