venerdì, 22 set 2017 17:19

Vai all'archivio
Stampa Invia

Cova, Leggieri: non deve riaprire

19 maggio 2017, 13:44

Il consigliere regionale del M5s: “Le parole di Pittella non ci tranquillizzano minimamente, il Cova non deve riaprire”

(ACR) - “Le dichiarazioni dell'ex gladiatore Pittella, a seguito dell'ispezione del 18 maggio di Regione, Ispra, Cnr e Arpab presso il Cova di Viggiano, fanno ormai parte del solito ritornello del tutto apposto, della tranquillità e della piena fiducia in Eni, a cui i cittadini lucani non credono più”. Così il consigliere regionale del Movimento cinque stelle, Gianni Leggieri.

“L'obiettivo di Eni e di Pittella è palese: si vuole far ripartire l'attività del Cova il prima possibile. Sembra di trovarsi di fronte a una vera e propria sceneggiata – afferma Leggieri - montata ad arte per cercare di rassicurare la popolazione, che nei giorni scorsi è stata insultata e tacciata di provincialismo addirittura dal premier Gentiloni, soltanto perché sta difendendo il proprio territorio, la propria salute e il futuro dei propri figli”.

“Questa accelerazione improvvisa da parte del cane a sei zampe che ha annunciato la rapida installazione di uno dei tre doppifondi è la prova lampante – continua Leggieri - che con la chiusura temporanea vengono minati gli interessi economici dell'azienda, e che finora Eni ha messo totalmente in secondo piano la tutela dell'ambiente e della salute, e che è stata costretta ad ammettere fortuitamente la perdita di 400 tonnellate di greggio nei terreni all'interno e all'esterno del Cova”.

“Avevo chiesto formalmente – riferisce Leggieri - di poter partecipare all'ispezione con Ispra e Arpab, ma la responsabile Eni del Distretto meridionale, Francesca Zarri, mi ha risposto con un netto stop perché la comunicazione è avvenuta in ritardo, e ha chiesto per la prossima volta un preavviso maggiore. A questo punto chiederò formalmente di poter visitare il Cova con tecnici di mia fiducia per verificare quanto fatto. Rimane, comunque – conclude il consigliere - il dato su cui si sta glissando completamente, ovvero la bonifica del sito inquinato. E' questa la vera questione che ci interessa”.

dt

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

Vis, Perrino: Eni prova a difendersi

Il portavoce M5s Basilicata: “L’Eni commenta i dati ‘parziali’ della Vis e schiera il suo esercito di specialisti”

Inquinamento Rotondella, Castelluccio: servono risposte

Per il consigliere del Pdl-Fi “sarà la Conferenza di servizi del 3 ottobre prossimo ad occuparsi dell’indispensabile aggiornamento del Piano di caratterizzazione e della messa in sicurezza”

Erosione costa jonica, Leggieri: investire sulla prevenzione

Sopralluogo del capogruppo M5s a Scanzano dopo le mareggiate dei giorni scorsi. “La politica deve saper prevenire, deve essere in grado di mettere in campo azioni di prevenzione dei problemi e non arrivare sempre a lavorare nell’emergenza”

TEMPA ROSSA, M5S: REGIONE FACCIA SENTIRE PROPRIA VOCE

Perrino e Leggieri chiedono di opporsi al progetto Total