mercoledì, 26 giu 2019 21:09

Vai all'archivio
Stampa Invia

Matera, Polese: rilevanza strategica finaziamenti Por Fesr

06 novembre 2017, 08:20

Il consigliere regionale Pd parla di: “Opere infrastrutturali per una sempre maggiore valorizzazione di centro e aree periferiche e per la trasformazione di ‘ non luoghi’ in aree vivibili, verdi e possibili centri di aggregazione sociale”

(ACR) - “Una città patrimonio culturale e meta ormai ambita e conosciuta da turisti di tutti e cinque i continenti. Matera da tempo è un luogo per la sua unicità e per il suo fascino che ha ammaliato chiunque l’abbia visitata. Il traguardo del 2019 è ormai prossimo, ma non è un punto di arrivo bensì un punto di partenza, sia per la Capitale della Cultura europea, che per l’intero territorio lucano e meridionale”. Lo dichiara il consigliere regionale del Partito democratico, Mario Polese.

“La Regione Basilicata, insieme alle tante Comunità Democratiche che animano Matera, ha profuso ogni energia possibile per raggiungere ed ottenere la vittoria alla nomina di Capitale della Cultura europea – precisa Polese – un impegno che in questi anni si è intensificato nel mettere in campo politiche e azioni di natura immateriale che nel progettare uno sviluppo anche di infrastrutture materiali di differenti tipologie. L’ultima tra le decisioni importanti è stata la delibera con la quale si assegnano 16 milioni e mezzo di euro, rinveniente per intero dal Por Fesr 2014 – 2020, per interventi di rilevanza strategica su piazza della Visitazione per la realizzazione di un polo multimediale”.

“Un finanziamento certo sostanzioso ma che va oltre la mera dotazione finanziaria. Il buon governo e la lungimiranza che contraddistingue l’Amministrazione regionale si basa su una visione strategica della governance del territorio e dei beni artistici e culturali della Basilicata. Di certo – sostiene Polese - la sistemazione prevista per via Aldo Moro, piazza della Visitazione, piazza Matteotti, via don Minzoni, via Lucana (nel tratto da via Don Minzoni e via Roma), via Roma e via Ascanio Persio, è solo il primo tassello per una serie di opere infrastrutturali per una sempre maggiore valorizzazione di centro e aree periferiche e per la trasformazione di ‘ non luoghi’ in aree vivibili, verdi e possibili centri di aggregazione sociale. Tutti traguardi  che si raggiungono quando vi è comunanza di visioni e  sinergie tra le istituzioni e le tante comunità democratiche”.

dt

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

Matera, Perrino: “Bene navette per aeroporto Bari”

Per il consigliere regionale del M5s “Sarebbe stato uno smacco colossale per la Capitale Europea della Cultura avviare il potenziamento dei collegamenti a novembre, ovvero a pochi giorni dalla chiusura della manifestazione”

Stazione Ferrandina, Castelluccio: attuare interventi minimi

Per il consigliere occorre “ridare un minimo di funzionalità allo scalo ferroviario, garantendo soprattutto coincidenze di bus per Matera in linea con i treni e servizi per l’attesa”

Fondi sicurezza strade, Castelluccio: non accettabili tagli

“Per la sicurezza della strade lucane, alcune delle quali ad alta pericolosità di incidenti, non ci sono soldi, per le buche delle strade di Roma ci sono 40 milioni”

CRISI ABITATIVA, CASTELLUCCIO: MANCANO LE RISORSE

“Le politiche abitative pubbliche sono praticamente azzerate”