domenica, 21 gen 2018 23:39

Vai all'archivio
Stampa Invia

Par condicio, le regole dell’informazione istituzionale

09 gennaio 2018, 15:31

Fino al 4 marzo 2018, data in si svolgeranno le elezioni politiche, gli Uffici Stampa della Giunta e del Consiglio regionale regolamenteranno la propria attività

(ACR) - Gli uffici stampa della Giunta e del Consiglio regionale della Basilicata, in ossequio alle disposizioni contenute nelle leggi n. 28/2000 (art. 9) e n. 313/2003 e così come comunicato al Corecom (Comitato regionale per le comunicazioni), hanno convenuto di regolamentare la propria attività giornalistica nel periodo della campagna elettorale per le elezioni politiche (fino al 4 marzo 2018) nel seguente modo:

1 – i comunicati stampa saranno redatti in forma tale da non influire sulla par condicio fra i candidati alle elezioni politiche; sarà quindi privilegiata l’informazione in forma impersonale e indispensabile per l’efficace assolvimento delle funzioni della comunicazione pubblica, ed in particolare sarà data notizia:

• dei provvedimenti esaminati e/o licenziati dalla Giunta e dal Consiglio regionale;
• dei provvedimenti esaminati e/o licenziati dalle Commissioni consiliari;
• di dichiarazioni di esponenti della Giunta e del Consiglio regionale sui provvedimenti esaminati o licenziati dalla Giunta, dal Consiglio o dalle Commissioni;
• di dichiarazioni di esponenti della Giunta e del Consiglio regionale in merito all’attività ispettiva e di controllo;
• di dichiarazioni di esponenti della Giunta e del Consiglio regionale in merito ad altri temi che non influiscano sulla par condicio fra i candidati alle elezioni politiche;

nel periodo indicato in premessa non saranno redatti dagli Uffici Stampa della Giunta e del Consiglio regionale comunicati e notizie relativi a dichiarazioni, annunci di incontri e dibattiti che possano influire sulla par condicio fra i candidati alle elezioni politiche;

le notizie prodotte dagli Uffici stampa della Giunta e del Consiglio regionale sull’attività istituzionale sono riconoscibili perché recano fra parentesi le sigle Agr (Agenzia Giunta Regionale) e Acr (Agenzia Consiglio regionale);

2 – nei servizi e nelle notizie del tg web non saranno riportate interviste e dichiarazioni in voce ed in video degli esponenti politici che possano influire sulla par condicio fra i candidati alle elezioni amministrative;

3 - le altre notizie diffuse sui siti web della Regione (www.regione.basilicata.it, www.consiglio.basilicata.it, www.basilicatanet.it,) saranno pubblicate in forma tale da non influire sulla par condicio fra i candidati alle elezioni politiche;

4 - le notizie pubblicate in forza di convenzioni o contratti con fonti esterne sono di proprietà delle medesime fonti informative (Ansa, ecc.) e gli uffici stampa della Regione non sono responsabili del contenuto informativo che esse propongono; le notizie in questione sono riconoscibili perché recano nel titolo fra parentesi il nome dell’Agenzia di stampa che le ha prodotte. 

Redazione Consiglio Informa

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

Elezioni, Leggieri: unione collegi becero calcolo politico

Il capogruppo M5s Basilicata: “Accorpamento collegi in Basilicata. Sciacallaggio sul Vulture - Alto Bradano”

Elezioni politiche, Castelluccio: si' a criteri Berlusconi

Il consigliere regionale del Pdl – Forza Italia "condivide i criteri di Berlusconi in merito alla scelta dei candidati"

Informazione istituzionale, Mollica incontra Assostampa

Il presidente del Consiglio regionale solleciterà l’attivazione di un tavolo fra l’amministrazione regionale e il sindacato dei giornalisti per affrontare il problema della dotazione organica degli Uffici Stampa

PAR CONDICIO, MOLLICA: ADEGUARE LE NORME

“Nell’era del web serve una nuova regolamentazione”