mercoledì, 22 ago 2018 01:51

Vai all'archivio
Stampa Invia

Progetto RIPAM, Rosa chiede audizione Pittella in II Ccp

16 maggio 2018, 15:35

Il consigliere regionale Lb-Fdi: "“Progetto RIPAM da quasi 3 milioni di euro, richiesta l’audizione del Presidente Pittella in II Commissione sulle fantomatiche assunzioni presso gli Enti locali”

(ACR) - “In data 12 Luglio 2017 avevamo presentato, al Presidente del Consiglio regionale, un’interrogazione sulla delibera che approvava un programma di potenziamento delle capacità istituzionali ed amministrative delle pubbliche amministrazioni locali della Basilicata (Deliberazione di Giunta regionale n. 486 del 01/06/2017). Ovviamente dopo quasi un anno ancora non ci hanno risposto”.

E’ quanto affermato dal consigliere regionale di Laboratorio Basilicata – Fratelli d’Italia, Gianni Rosa.

“In sostanza, con un impegno di € 2.900.000,00 – puntualizza il consigliere - la proposta progettuale prevedeva una convenzione con Formez PA per il reclutamento di personale che avrebbe rafforzato l’organico già in forza agli Enti locali della Basilicata. Nell’interrogazione  - specifica Rosa - sollevammo non pochi dubbi tanto sulla bontà del progetto che, di fatto, equivale ad introdurre un’altra platea di precari nella Pubblica amministrazione, quanto nelle procedure di selezione del personale che eludevano i principi basilari di trasparenza e meritocrazia. Del resto, le modalità del reclutamento da parte del Formez sono note a tutti”.

“A distanza di quasi un anno, apprendiamo oggi, attraverso un comunicato stampa, che in data 15 Maggio 2018, presso la Regione Basilicata, è stato convocato un incontro alla presenza del presidente Pittella, dei Sindaci lucani, della dirigente del Dipartimento Funzione pubblica del Ministero per la Semplificazione e la Pubblica amministrazione, Maria Barilà e, per il FormezPa, della dottoressa Luisa Calindro, per illustrare il progetto di rafforzamento nell’ambito del programma RIPAM, i contenuti del bando e le modalità di adesione dei Comuni. E’ un incontro preliminare – continua Rosa - che, ufficialmente, dà il via al progetto e di cui Pittella, come è sua consolidata abitudine, si è guardato bene di relazionare in Consiglio, considerato che era oggetto di una formale interrogazione. Prendiamo atto del fatto che la trasparenza non è mai stata una priorità di questo Governo, tanto meno può esserlo oggi, in piena campagna elettorale. Quale momento migliore per rafforzare il consenso elettorale di una platea di Sindaci e di una schiera di ‘futuri fortunati selezionati’? Per queste ragioni – riferisce Rosa - abbiamo presentato stamattina la richiesta di audizione del presidente Pittella nella seconda Commissione consiliare ‘Bilancio e Programmazione’ affinché venga a rispondere all’interrogazione regionale, tuttora inevasa, e a relazionare, circa il progetto RIPAM e le modalità di attuazione dello stesso”.

“Vogliamo approfondire la questione – sottolinea Rosa - prima che un’altra fetta di risorse pubbliche vada a riversarsi nel solito corridoio di interinali e precari”.

dt

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

MATERA 2019, ROSA: "TEATRINO INDEGNO DELLE ISTITUZIONI"

Per il capogruppo Lb-Fdi Matera avrebbe meritato altro

Politica, Rosa: “Siamo portatori di idee diverse”

“Sono sicuro che il Segretario regionale della Lega non volesse chiamarmi ‘spala merda’. Io non l’avrei mai fatto neanche con il mio peggiore avversario politico. Tutto legittimo ma adesso è ora di dare risposte ai Lucani”

Inchiesta sanità, Perrino: ulteriore danno ai cittadini

Il consigliere M5s nel rilevare che la sospensione di Pittella dalla carica di Presidente è disposta non dal 6 ma dal 3 luglio scorso con la conseguenza che gli atti approvati dal 3 al 6 risultino illegittimi, chiede che la Franconi riferisca in Aula

Matera 2019, Rosa: “Teatrino indegno delle istituzioni”

Il capogruppo Lb-Fdi: “Non pensavamo si potesse cadere più in basso. Matera avrebbe meritato altro: un Sindaco forte e un Governo in grado di sostenere il grande progetto della Capitale europea della Cultura 2019”