mercoledì, 21 nov 2018 03:02

Vai all'archivio
Stampa Invia

Progetto “Giovani In-Formati”, incontro conclusivo a Matera

23 maggio 2018, 16:17

Spada: “Questa iniziativa aiuta a capire che l’informazione richiede sempre di più la necessità di una visione critica, di mettere ordine in questo caos perché non diventi disinformazione”

© 2013 - 23.5.2018_Matera, incontro conclusivo progetto Giovani In_Formati

© 2013 - 23.5.2018_Matera, incontro conclusivo progetto Giovani In_Formati

(ACR) - “Il progetto ‘Giovani In – Formati’, iniziato come una scommessa ed ormai alla quinta edizione, è stato un vero successo e mostra l’attenzione che il Consiglio regionale rivolge al mondo della scuola. Spesso le istituzioni sono viste sotto una luce negativa, questo progetto aiuta a capire che l’informazione, con il surplus di notizie che arrivano nell'epoca della digitalizzazione, richiede sempre di più la necessità di una visione critica, di mettere ordine in questo caos perché non diventi disinformazione. E questo progetto dovrà continuare proprio perché queste azioni aiutano a sviluppare uno spirito critico, ad accrescere la capacità di relazionarsi. Spero che qualcuno di voi un giorno possa essere parte delle istituzioni, per aiutare i giovani che verranno ad utilizzare l'informazione per guardare con occhio critico la realtà”.

Con queste parole Achille Spada, consigliere segretario dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale, ha salutato i circa 300 studenti che oggi a Matera, nelle due sessioni di lavoro svolte nell’aula magna dell’Istituto Loperfido – Olivetti, hanno partecipato all’incontro conclusivo del progetto “Giovani In-Formati”, promosso dal Consiglio regionale in collaborazione con i quotidiani, le radio e le tv locali del territorio per portare l’informazione locale nelle scuole..

I ragazzi degli istituti che hanno partecipato alla quinta edizione del progetto in provincia di Matera (Itgc Loperfido – Olivetti, Liceo Scientifico “D. Alighieri” e Iis “Turi” di Matera, Liceo scientifico “Parisi” di Bernalda, Istituto di istruzione superiore “Alderisio” di Stigliano, Liceo “Fermi” di Policoro), con il supporto di tutor giornalisti e docenti referenti, per alcune settimane hanno letto e commentato i giornali locali, traendo spunti per realizzare successivamente, con i diversi linguaggi utilizzati dai quotidiani, dalle radio e dalle tv locali, spot su argomenti sociali e veri e propri servizi giornalistici.

Matera 2019, festa della Bruna, sport paralimpico, criminalità nel Metapontino, femminicidio, bullismo, decremento demografico, immigrazione, i talenti del territorio e il racconto di un gemellaggio con scuole di altri Paesi europei al centro dei servizi audio e video e dei giornalini prodotti.

“Tutti temi molto interessanti”, ha detto ancora Spada soffermandosi in particolare sulla designazione di Matera a capitale europea della cultura per il 2019, che a suo parere “non può essere vissuta dalla città in maniera autoreferenziale perché è una vittoria anche per la provincia e la regione. L’idea che ogni Comune possa essere ‘capitale per un giorno’ può servire a fare rete, ed un maggiore coinvolgimento delle scuole può aiutare, come indica anche questa iniziativa, che ci invita ad immaginare la regione come capitale dei giovani creativi”.

Con Spada hanno partecipato all’incontro i dirigenti scolastici dell’Itgc Loperfido - Olivetti, Vincenzo Duni e del Liceo scientifico “Parisi” di Bernalda Giosuè Ferruzzi, i docenti referenti di tutte le scuole che hanno partecipato al progetto ed i giornalisti – tutor Antonella Ciervo, Antonio Mutasci, Enzo Fontanarosa, Piero Quarto, Leandro Verde e Roberto Rizzo.

Redazione Consiglio Informa

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

Funzione sociale degli oratori, Consiglio approva pdl

La finalità è di sostenere tutte quelle attività messe in campo dalle parrocchie, dagli istituti della Chiesa Cattolica e delle altre Confessioni religiose al fine di coinvolgere le nuove generazioni in azioni di miglioramento del quadro sociale

Capodanno Rai, Mollica: cittadini del Vulture presi in giro

L’intervento in Aula del consigliere, dopo la relazione dell’assessore Franconi sulla decisione di fare il capodanno Rai a Matera e non più a Venosa

SHOAH E FOIBE, IL PERCORSO DELLA MEMORIA

Gli incontri del Consiglio regionale con le scuole nel 2018

Capodanno Rai in Basilicata, approvata una risoluzione

Il testo, proposto da Lacorazza (Pd), impegna la Giunta ad attivarsi per prorogare la convenzione “così da continuare nella promozione di altre zone della Basilicata, ed in particolare l’area Nord con Venosa, la costa jonica e la Val d’Agri”