giovedì, 18 ott 2018 08:59

Vai all'archivio
Stampa Invia

Castelluccio: il capodanno Rai si faccia nel Metapontino

13 giugno 2018, 15:20

Per il consigliere “le oltre 5 mila presenze che si sono registrate sia in occasione del ponte del 2 giugno che dell’ultimo fine settimana dovrebbero essere sufficienti a rimuovere ogni possibile perplessità sulla candidatura di Policoro”

(ACR) - “Le oltre 5 mila presenze che si sono registrate sia in occasione del ponte del 2 giugno che dell’ultimo fine settimana a Policoro dovrebbero essere sufficienti a rimuovere ogni possibile perplessità sulla candidatura di Policoro e dell’intera area Metapontino - Pollino per il prossimo Capodanno Rai”. Ad affermarlo è il consigliere regionale Paolo Castelluccio sottolineando che “queste due prime settimane di giugno si caratterizzano, eccezionalmente, per una presenza turistica, in tutto il comprensorio metapontino, decisamente superiore allo scorso anno”.

“Questo – aggiunge – anche grazie all’iniziativa, di cui sono stato promotore in Consiglio, per tenere gli stabilimenti balneari aperti tutto l’anno evitando che le procedure di smontaggio -montaggio delle strutture ne penalizzassero la fruibilità e di conseguenza l’attività degli imprenditori. In particolare, la ‘movida giovanile’ lungo l’area dei lidi di Policoro dal venerdì alla domenica ha premiato i nostri sforzi e quelli dei titolari al punto che, senza temere smentite, è possibile affermare che in questo scorcio di giugno Policoro ha superato per presenze altre località del Tarantino più attrezzate in locali e punti di incontro dei giovani e in passato considerate di maggiore richiamo per le giovani generazioni”.

“E’ in questo contesto – dice ancora Castelluccio – che trova maggiore fondamento la proposta sostenuta dal Comitato Meta – Siris, a cui va il merito di un’azione incessante nei confronti prima di tutto della Giunta regionale e che rappresenta l’iniziativa diretta ed autonoma senza interessi politici e posizioni di parte come invece è accaduto e continua ad accadere per la candidatura di Venosa. Il presidente Pittella farebbe bene a riflettere con attenzione soprattutto per evitare di alimentare ulteriori campanilismi e divisioni territoriali che non giovano a nessuno. Non è un mistero che la candidatura di Venosa, non a caso sostenuta in un ordine del giorno politico approvato a maggioranza in Consiglio, abbia ben individuate sponsorizzazioni politiche e risponda ad interessi elettorali. Come ho già proposto è possibile avviare da subito interlocuzioni con la Rai per allungare la durata dell’accordo Regione - RaiCom spa e quindi dopo la trasmissione Rai ‘L’Anno che verrà’, che ovviamente per il Capodanno 2019 deve avvenire a Matera, pensare dal 2020 alla location di Venosa”.

“Il turismo a Policoro e nel Metapontino – conclude Castelluccio – sia per i programmi legati a Matera 2019 che per lo stretto rapporto con le produzioni agricole di qualità ha effetti diretti ed indotti sull’intera economia ed occupazione territoriali oltre ad estendersi nel comprensorio della Magna Grecia appulo – lucano - calabrese. La trasmissione diretta Rai pertanto da qui ha un effetto moltiplicatore di benefici economici proprio secondo quegli interessi del Sud a cui hanno fatto riferimento i governatori delle Regioni del Mezzogiorno nel memorandum sottoscritto oggi a Napoli”. 

Redazione Consiglio Informa

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

AGRICOLTURA, CASTELLUCCIO: RAGGIUNGERE OBIETTIVI PSR

"Gli agricoltori attendono anni per ottenere i contributi dovuti"

Agricoltura, Castelluccio: raggiungere obiettivi spesa Psr

“Ci auguriamo che l’obiettivo di spesa fissato al 31 dicembre prossimo per il Psr sia raggiunto ma potremmo esultare solo quando l’ultimo imprenditore agricolo avrà incassato i soldi di Bruxelles”

Rapporto Ice, Castelluccio commenta dati su export

"Se l’economia lucana non vuole essere 'automotive dipendente' e quindi puntare solo sulla Fca di Melfi dobbiamo rilanciare quei comparti che, soprattutto nel Metapontino e nel Materano, hanno il più alto potenziale di crescita"

Zes Jonica: Castelluccio: “Non ci sono più alibi”

“Ora avviare una svolta in direzione di una nuova programmazione di interventi ed iniziative in Val Basento, sempre che anche la Regione Puglia acceleri i propri adempimenti e sempre che il Governo Lega - M5s non metta nuovi ostacoli”