lunedì, 18 feb 2019 23:42

Vai all'archivio
Stampa Invia

Decreto Milleproroghe, Polese: Governo scippa la Basilicata

08 agosto 2018, 18:05

Il consigliere e segretario regionale del Pd: “Il Governo giallo verde scippa a Potenza e Matera oltre 30 mln di euro”

(ACR) - “Il governo giallo verde ha appena scippato i Comuni lucani, e cioè Potenza e Matera, di oltre 30 milioni degli oltre 2 miliardi di euro previsti per le città italiane”.

Lo dichiara il segretario regionale del Partito democratico della Basilicata, Mario Polese, che spiega: “Con un vero e proprio colpo di mano il Governo nazionale del premier Conte e dei vice Salvini e Di Maio ha deciso di gettare la maschera, finalmente, e mostrare la sua vera natura. Con un semplice emendamento, inserito e nascosto tra gli altri del Decreto Milleproroghe, è stato cancellato in maniera opinabile e senza senso quel ‘Piano periferie’ ideato dai governi Renzi e Gentiloni per finanziare 120 Comuni italiani che avrebbero potuto riqualificare le aree urbane degradate delle nostre città”.

Polese fa rilevare che “è un danno enorme e di uno schiaffo anche alla nostra Basilicata ed alle due città capoluogo”, specificando che “si tratta di investimenti che erano già stati concordati e concessi alle città ed alle aree metropolitane. Ora il Governo Lega M5s in barba agli accordi ed alle firme hanno cancellato accordi e impegni come se nulla fosse”.

“In particolare - sottolinea il segretario regionale del Pd lucano - per la Basilicata erano previsti due canali di finanziamento che ora vanno perduti. Per Potenza erano stati accordati dal Governo Gentiloni 18 milioni di euro (che si aggiungevano ai 7 milioni circa di fondi regionali e privati) per il progetto di rigenerazione e innovazione sociale del quartiere di Bucaletto mentre per Matera l’accordo siglato prevedeva un finanziamento di 13,12 milioni di euro a fronte di altri 11,1 di fondi pubblici e privati per un progetto di rilancio dei centri culturali,  della gestione del verde urbano al fine di migliorare la qualità della vita nelle periferie”.

“Poco conta – conclude Polese – che il Governo abbia detto che sono fondi solo congelati a dopo il 2020. E’ chiara la volontà di scippare i comuni di un provvedimento fondamentale perché evidentemente Di Maio e Salvini, dopo mille promesse, si sono accorti che non hanno i fondi per fare nulla. Il Pd della Basilicata è pronto ad unirsi alle proteste già annunciate dai comuni penalizzati da questo colpo di mano giallo verde”.

dt

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

Elezioni, Lacorazza: il lavoro priorità assoluta

Il consigliere regionale ha incontrato i segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil per discutere il programma di “Basilicataprima” per la prossima legislatura

“Il futuro della Basilicata”, domani un convegno a Potenza

Promosso dal vice presidente del Consiglio regionale Michele Napoli, vedrà la partecipazione del vicepresidente del Copasir e presidente della fondazione FareFuturo Adolfo Urso e la presidente della Associazione Progetto Eurexit Francesca Donato

Cmd Atella, Lacorazza: accogliere appello lavoratori

Il consigliere chiede che “insieme all'azienda, la Regione solleciti il Governo Conte affinché individui la strada più giusta per offrire risposte adeguate. Occorre ridare centralità al lavoro e alla crescita delle nostre aziende”

AIAS, MOLLICA: PER ALCUNI PROBLEMA NON URGENTE

"Su 28 dipendenti la spada di Damocle del licenziamento"