martedì, 19 feb 2019 00:25

Vai all'archivio
Stampa Invia

Scuola, Castelluccio: troppe emergenze nel Materano

14 settembre 2018, 13:21

Per il consigliere regionale “la ripresa dell’anno scolastico nel Materano segna numerose criticità riferite alle strutture edilizie e di didattica che andavano affrontate in tempo”

(ACR) - “Tra scuole d’infanzia, come il plesso ‘Matine Angeliche’ di Bernalda, ancora chiuso, medie inferiori, come il Comprensivo ‘Lorenzo Milani’ di Policoro e superiori, come il Ginnasio-Liceo ‘Emanuele Duni’ di Matera, per citare le situazioni di più acuta emergenza, la ripresa dell’anno scolastico nel Materano segna numerose criticità riferite alle strutture edilizie e di didattica che andavano affrontate in tempo”.

Lo afferma il consigliere regionale, Paolo Castelluccio, per il quale “è semplicemente inaccettabile che a Policoro si faccia lezione nel corridoio e che l’attività scolastica per gli studenti di Matera sia condizionata all’organizzazione del sevizio urbano di trasporti”.

“Ci sono responsabilità – sostiene Castelluccio - che vanno individuate a livello di amministrazioni locali, Provincia, Regione e Uffici periferici del Miur, come quelle a carico del Governo che nei giorni scorsi ha imposto alle Regioni un accordo sull’edilizia scolastica con risorse finanziarie ampiamente inadeguate. Il classico ‘matrimonio con i fichi secchi’. Un’intesa che il ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Marco Bussetti, è l’unico a commentare con toni entusiastici continuando ad affermare che  l’ '’edilizia scolastica è una priorità di questo Governo’. L'accordo prevede anche il rilancio dell'Osservatorio nazionale per l'edilizia scolastica del Miur. Continuare a rinviare ogni intervento concreto ad uno dei tanti Osservatori – dice Castelluccio – non ci fa fare nemmeno un passo in avanti nemmeno sul piano dell’adeguamento antisismico e della sicurezza di cui tanti istituti scolastici lucani di ogni ordine e grado hanno urgente bisogno”.

“Quanto all’impegno dei tempi più rapidi per l'assegnazione agli Enti locali delle risorse per la messa in sicurezza delle scuole – continua Castelluccio - con meno decreti e atti ministeriali da produrre, lo aspettiamo alla prova. Come verificheremo l’impegno per l’aggiornamento in tempo reale e miglioramento dell'Anagrafe dell'edilizia scolastica, con l'obiettivo a breve di pubblicazione in chiaro dei dati, per una maggiore trasparenza e velocità nell'individuazione degli interventi prioritari. Intanto – conclude il consigliere - anche la Regione batta un colpo e assista Comuni e Provincia che non ce la fanno da soli”.

dt

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

Sblocca cantieri SS 106 Jonica, Castelluccio: buona notizia

“L’inserimento dell’arteria lucana tra le dieci priorità del Piano del Governo con 1miliardo 335 milioni di euro che sarebbero destinati ai lavori sulla 106 Jonica”

Stazione Ferrandina, Castelluccio: attuare interventi minimi

Per il consigliere occorre “ridare un minimo di funzionalità allo scalo ferroviario, garantendo soprattutto coincidenze di bus per Matera in linea con i treni e servizi per l’attesa”

Fondi sicurezza strade, Castelluccio: non accettabili tagli

“Per la sicurezza della strade lucane, alcune delle quali ad alta pericolosità di incidenti, non ci sono soldi, per le buche delle strade di Roma ci sono 40 milioni”

BASENTANA, CASTELLUCCIO: SUBITO LO SPARTITRAFFICO

“Interventi commissariali per bypassare procedure lunghe”