mercoledì, 26 giu 2019 21:15

Vai all'archivio
Stampa Invia

“Governo del territorio”, audizione Santoro in prima Ccp

04 ottobre 2018, 09:00

Sulla bozza del testo unico predisposta dai tecnici dell’Issirfa – Cnr ascoltata la dirigente generale del Dipartimento Ambiente ed Energia della Regione

© 2013 - 3.10.2018_Audizione di Carmen Santoro in prima Commissione

© 2013 - 3.10.2018_Audizione di Carmen Santoro in prima Commissione

(ACR) - Ancora un’audizione sul testo unico sul “Governo del territorio” nella prima Commissione presieduta da Piero Lacorazza (Pd). La dirigente generale del Dipartimento Ambiente ed Energia, Carmen Santoro, è stata ascoltata ieri sulla bozza del testo di legge predisposta dai tecnici dell’Istituto di studi sui sistemi regionali federali e sulle autonomie “Massimo Severo Giannini' (Issirfa) del Cnr nell’ambito della convenzione stipulata a suo tempo con il Consiglio regionale, che prevedeva il supporto tecnico – giuridico alla redazione dello Statuto, della legge elettorale e di due testi unici, sulla sanità e, appunto, sul “Governo del territorio”.

Partendo dalla necessità che la Regione si doti di uno strumento di fruizione delle leggi sul governo del territorio, secondo l’evoluzione delle norme e con facilità di consultazione, Santoro ha evidenziato che andrebbero preliminarmente individuati in maniera precisa l’oggetto e la finalità del testo unico da redigere, mentre l’articolato proposto dall’Issirfa – Cnr appare più che altro come una mera antologia di leggi. A suo parere il testo unico dovrebbe fare leva sulle conseguenze del decreto legislativo n. 42/2004 (Codice del paesaggio) che ha stabilito che il piano paesaggistico è l’unico strumento di pianificazione. Santoro ha ricordato l’accordo sottoscritto a suo tempo tra il Dipartimento Ambiente e Energia della Regione Basilicata, il Ministero dei Beni Culturali e il Ministero dell’Ambiente per la redazione del piano, soffermandosi inoltre sulla necessità di rivedere la legge urbanistica regionale (n. 23/99) e le procedure connesse. Su richiesta del presidente Lacorazza, Santoro ha inoltre assicurato che il Dipartimento raccoglierà le proprie osservazioni in un documento che sarà inviato alla Commissione nei prossimi giorni.

Successivamente, su proposta del consigliere Napoli, è stato deciso di inviare il documento sul “regionalismo differenziato”, già consegnato nelle settimane scorse a tutti i consiglieri, all’Ufficio di Presidenza e di prevedere una riunione della Conferenza dei capigruppo per preparare la seduta del Consiglio regionale da dedicare a questo argomento.

Oltre al presidente dell'organismo, Piero Lacorazza, hanno partecipato alla riunione i consiglieri Giuseppe Soranno (Pp), Vincenzo Robortella (Pd), Antonio Bochicchio (Psi), Giannino Romaniello e Aurelio Pace (Gm), Francesco Mollica (Udc), Michele Napoli e Nicola Benedetto.

Redazione Consiglio Informa

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

Itrec Rotondella, Perrino: richiesta di accesso agli atti

Il consigliere regionale del M5s ha anche fatto richiesta di audire in terza Commissione le delegazioni di Enea-Sogin e Arpab sul sequestro delle vasche Itrec di Rotondella

Piano triennale Arpab, via libera in terza Commissione

Ascoltata la presidente del Corecom sul disegno di legge della Giunta...

Piano triennale Arpab 2018/2020, audizione in terza Ccp

Ascoltato il direttore generale dell’Agenzia Edmondo Iannicelli

SITO UNICO SCORIE RADIOATTIVE, LA REGIONE DICE NO

La Giunta ha inviato le proprie osservazioni al Governo