lunedì, 18 feb 2019 23:21

Vai all'archivio
Stampa Invia

Industrie Basento, interrogazione di Romaniello

11 ottobre 2018, 17:19

Il consigliere del gruppo misto chiede delucidazioni in merito al destino dei lavoratori. Presentata, inoltre, un’altra interrogazione sul contratto di affidamento tra Regione e Associazione Allevatori per controllo zoonosi da trichinella

(ACR) - Industrie del Basento e contratto di affidamento tra Regione e Associazione Allevatori al centro di due interrogazioni del consigliere Romaniello (Gm) al Presidente e alla Giunta regionale.

Con la prima interrogazione il consigliere Romaniello chiede delucidazioni in merito al destino dei lavoratori delle industrie del Basento. “Nonostante i numerosi incontri intercorsi tra il dipartimento Politiche di Sviluppo e Lavoro, Comune di Potenza e Asi – afferma l’esponente politico - si sono registrati ritardi nella realizzazione del programma di investimento volto al recupero dell’area ex Magneti Marelli”. Romaniello chiede di conoscere “quali siano ancora gli ostacoli da superare, a otto anni dall’apertura della vertenza, per realizzare il recupero dell’area produttiva e il ricollocamento di tutti i lavoratori”.
“A seguito del fallimento delle industrie del Basento, dopo il periodo di Cigs – ricorda Romaniello - i lavoratori furono collocati in mobilità, anche alla luce della proposta della Retail building srl, nuova proprietaria dell’area ex Magneti Marelli, di realizzare un parco commerciale e direzionale e che, in più occasioni, i rappresentanti della società si sono detti disponibili ad assumere il personale in mobilità”.

Con la seconda interrogazione Romaniello dopo aver rilevato che “il Sindacato Italiano Veterinari ha inviato una lettera al Ministero della Salute e ai vari organi competenti della regione Basilicata evidenziando alcune criticità relative al contratto di affidamento del servizio di controllo della zoonosi da trichinella sulla specie cinghiale, stipulato tra Regione Basilicata e Associazione Allevatori  della Basilicata” chiede al Presidente e alla Giunta regionale” se le osservazioni del Sindacato Veterinari siano state prese in considerazione e per quale motivo la Regione Basilicata abbia sottoscritto il contratto di affidamento dei controlli unicamente con l’Associazione Allevatori, peraltro senza alcuna evidenza pubblica”.




rn

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

Romaniello: dal governo nessuna visione della Basilicata

Il consigliere regionale parla di “un Mezzogiorno fortemente penalizzato in quanto circa il 70 per cento delle risorse previste per le infrastrutture sono collocate su progetti che riguardano la parte del Paese che va da Roma a salire”

Rendiconto Alsia, audito direttore in seconda Commissione

Il fondo cassa al 31 dicembre 2017 ammonta a circa 4,9 milioni di euro mentre l’avanzo di amministrazione è pari a circa 6 milioni di euro

Emergenza neve, Romaniello: Terna incapace garantire energia

Il consigliere regionale dice: “A quattro giorni dall’eccezionale evento nevoso permangono forti disagi in tante contrade, a partire da quelle dei comuni di Pietrapertosa e Avigliano, solo per citarne alcuni”

INTERINALI ARPAB, ROMANIELLO: VICENDA ASSURDA

"Avvio con assunzione personale e non con acquisto strumenti"