giovedì, 13 dic 2018 08:17

Vai all'archivio
Stampa Invia

Stile di vita alimentare, Giuliano: al via progetto scuole

07 dicembre 2018, 13:17

Il progetto, spiega il Garante dell’infanzia, sarà realizzato con la collaborazione delle due Aziende sanitarie di Potenza e Matera, il Miur, Alad/Fand e numerose altre associazioni che si occupano da anni di questo tema

(ACR) - “Partirà nei prossimi giorni il progetto rivolto agli alunni della scuole secondarie di primo grado della Regione Basilicata e riferito agli stili di vita alimentari”. A renderlo noto è il Garante regionale dell’infanzia e dell’adolescenza di Basilicata, Vincenzo Giuliano che spiega: “Il progetto sarà realizzato con la collaborazione delle due Aziende Sanitarie di Potenza e Matera, il Miur, Alad/Fand, la società italiana di pediatria- sezione Basilicata e numerose altre associazioni che si occupano da anni di questo tema”.

“La Basilicata - riferisce Giuliano - si colloca al quarto posto rispetto alle altre regioni d’Italia in tema di obesità e sovrappeso e già nel passato abbiamo avviato una campagna informativa insieme al Sian (Igiene degli alimenti e della nutrizione) di Potenza nei Comuni ricadenti nell’area geografica del medio Basento, Dolomiti Lucane e Camastra, coinvolgendo gli alunni degli istituti comprensivi di Laurenzana ed Albano. La scuola è il luogo ideale in cui promuovere e sviluppare le best practices ed è centrale e determinante il suo ruolo nell’educazione alimentare dei bambini. L'obesità non va considerata come una malattia del singolo, dell'individuo a sé, ma come risultato dei diversi fattori socioeconomici ambientali fortemente influenzati dalla nostra società e cultura”.

Ed è proprio a partire dalla scuola che il Garante ha proposto ai dirigenti del Miur di affiancare alla didattica già esistente sull'argomento, incontri mirati e svolti da professionisti del settore. “Fondamentale gli interventi dei convenuti - conclude Giuliano - che hanno evidenziato l'importanza di una prevenzione precoce nei primi anni di vita del bambino, aiutando i genitori, a rispettare i segnali di fame e sazietà del proprio piccolo, poiché è proprio in questa fase delicatissima che si formano le basilari abitudini di vita diventando costitutive importanti, del personale e specifico apporto con il cibo”.

rn

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

Giuliano: scuola infanzia a San Costantino Albanese

Il Garante dell’infanzia alla inaugurazione del Polo educativo Sacro...

Giuliano a Pietragalla alla presentazione di un libro

Il Garante dell’infanzia ha presenziato all’incontro sul libro...

Adozioni Burundi, 22/10 Giuliano incontra Ntawembarira

Si tratta del Direttore del bambino e della famiglia dello Stato africano che già ha incontrato le coppie lucane che hanno adottato o sono in procinto di adottare bambini del Burundi per il tramite del gruppo di volontariato “Solidarietà” di Potenza

“DISABILITY WALKING”, NAPOLI: VERSO LA VERA INCLUSIONE

L’ iniziativa di beneficienza si terrà domenica 23 settembre