mercoledì, 22 mag 2019 03:31

Vai all'archivio
Stampa Invia

Stile di vita alimentare, Giuliano: al via progetto scuole

07 dicembre 2018, 13:17

Il progetto, spiega il Garante dell’infanzia, sarà realizzato con la collaborazione delle due Aziende sanitarie di Potenza e Matera, il Miur, Alad/Fand e numerose altre associazioni che si occupano da anni di questo tema

(ACR) - “Partirà nei prossimi giorni il progetto rivolto agli alunni della scuole secondarie di primo grado della Regione Basilicata e riferito agli stili di vita alimentari”. A renderlo noto è il Garante regionale dell’infanzia e dell’adolescenza di Basilicata, Vincenzo Giuliano che spiega: “Il progetto sarà realizzato con la collaborazione delle due Aziende Sanitarie di Potenza e Matera, il Miur, Alad/Fand, la società italiana di pediatria- sezione Basilicata e numerose altre associazioni che si occupano da anni di questo tema”.

“La Basilicata - riferisce Giuliano - si colloca al quarto posto rispetto alle altre regioni d’Italia in tema di obesità e sovrappeso e già nel passato abbiamo avviato una campagna informativa insieme al Sian (Igiene degli alimenti e della nutrizione) di Potenza nei Comuni ricadenti nell’area geografica del medio Basento, Dolomiti Lucane e Camastra, coinvolgendo gli alunni degli istituti comprensivi di Laurenzana ed Albano. La scuola è il luogo ideale in cui promuovere e sviluppare le best practices ed è centrale e determinante il suo ruolo nell’educazione alimentare dei bambini. L'obesità non va considerata come una malattia del singolo, dell'individuo a sé, ma come risultato dei diversi fattori socioeconomici ambientali fortemente influenzati dalla nostra società e cultura”.

Ed è proprio a partire dalla scuola che il Garante ha proposto ai dirigenti del Miur di affiancare alla didattica già esistente sull'argomento, incontri mirati e svolti da professionisti del settore. “Fondamentale gli interventi dei convenuti - conclude Giuliano - che hanno evidenziato l'importanza di una prevenzione precoce nei primi anni di vita del bambino, aiutando i genitori, a rispettare i segnali di fame e sazietà del proprio piccolo, poiché è proprio in questa fase delicatissima che si formano le basilari abitudini di vita diventando costitutive importanti, del personale e specifico apporto con il cibo”.

rn

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

Promozione lettura, Giuliano sottoscrive protocollo

Il Garante dell’infanzia ha firmato l’intesa con “Letti di sera”,...

Marcia per la cultura, conferenza stampa Giuliano

Il Garante dell’infanzia, insieme al presidente Unicef, ha presentato...

Bullismo e cyber-bullismo, 2/4 Garante presenta report

I risultati dell’indagine svolta in collaborazione con l'Asp di Potenza, il Miur e la BCC di Basilicata e con il coinvolgimento degli studenti delle scuole della regione, saranno illustrati a Potenza, presso il Liceo scientifico Pasolini, alle ore 10

SCUBALU', GIULIANO: AL VIA LA SECONDA EDIZIONE

"Una iniziativa per stimolare confronto tra i giovani"