giovedì, 17 gen 2019 07:50

Vai all'archivio
Stampa Invia

Politica, Perrino replica a dichiarazioni sindaco di Melfi

11 dicembre 2018, 08:46

Rispetto alla richiesta delle dimissioni delle opposizioni in Consiglio regionale il consigliere M5s definisce Valvano “incapace e bugiardo” ed evidenzia che si “sarebbe potuto andare al voto appena dopo aver modificato la legge elettorale”

(ACR) - "Valvano, segretario regionale del partito del fu Bettino Craxi, chiede le dimissioni delle opposizioni in Consiglio regionale per motivazioni della cui consistenza è convinto solo lui. Non sa, Valvano, che avremmo potuto tranquillamente andare a votare appena dopo aver modificato la nuova legge elettorale nei punti evidenziati dal governo in quanto a rischio incostituzionalità? E gli incapaci saremmo noi?”. E’ la replica del consigliere Gianni Perrino alle dichiarazioni del sindaco di Melfi, Livio Valvano.

“Con questo comunicato stampa – conclude Perrino -, non solo dimostra di essere un incapace, ma anche uno spocchioso bugiardo. Prenda atto delle assurdità che ha messo nero su bianco e si dilegui all'istante dalla (o)scena politica. Lo faccia per se stesso prima ancora che per i cittadini di Melfi e dell'intera Basilicata."


rn

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

BENEDETTO: CENTRODESTRA UNITO SCELGA PRESIDENTE

“Essenziale costruire il programma per un’altra Basilicata”

Elezioni, Spada: salvaguardare l’unità del Centrosinistra

“E’ un tempo, questo, in cui si deve esercitare la responsabilità in nome di una storia, di un patrimonio di idee, di valori, di principi, quelli di un centrosinistra che in Basilicata ha saputo garantire progresso e sviluppo alle nostre comunità”

Benedetto: il centrodestra compatto conquisti la Basilicata

“Dopo la sentenza del Tar che ha dato ragione alle nostre tesi circa l’illegittimità della convocazione delle elezioni regionali a maggio è urgente che il centrodestra unito esprima il candidato presidente”

Sentenza Tar, Romaniello: ora si voti nella prima data utile

“Nessuno ha impedito alla presidente facente funzioni Franconi di indire le elezioni in tempo utile per svolgerle il 16 dicembre 2018, se non la volontà politica di aspettare l’evolversi della vicenda del presidente sbagliando per l’ennesima volta”