mercoledì, 24 apr 2019 04:25

Vai all'archivio
Stampa Invia

“Shoah e Foibe, momento di riflessione contro la violenza”

24 gennaio 2019, 13:35

Il presidente Vito Santarsiero ha presentato le manifestazioni promosse dal Consiglio regionale per la “Giornata della memoria” e per il “Giorno del ricordo”

© 2013 - 24.1.2019_conferenza stampa del presidente Vito Santarsiero

© 2013 - 24.1.2019_conferenza stampa del presidente Vito Santarsiero

(ACR) - “La ‘Giornata della memoria’, come il ‘Giorno del ricordo’, devono essere molto di più di una semplice data sul calendario e di una consuetudine di tipo istituzionale. Devono rappresentare un momento di riflessione profonda, un momento di vera condanna dei crimini nei riguardi dell’umanità e di ogni forma di odio razziale e di violenza contro le persone”. Con queste parole il presidente Vito Santarsiero ha riassunto il senso delle due iniziative che anche quest’anno il Consiglio regionale organizza per la “Giornata della memoria” in ricordo delle vittime della Shoah e per il “Giorno del ricordo”, per conservare e rinnovare la memoria della tragedia delle vittime delle foibe. Iniziative rivolte al mondo della scuola “perché sono i giovani a dover maturare una coscienza civile sempre più radicata sui principi di libertà e di democrazia”, ha aggiunto Santarsiero presentando oggi le due iniziative in un incontro con i giornalisti.

La prima iniziativa, per la “Giornata della memoria”, avrà luogo a Potenza lunedì 28 gennaio dalle ore 10 alle 12, presso la Sala Inguscio della Regione Basilicata (Via V. Verrastro, 9 a Potenza) con gli studenti e i docenti del Liceo scientifico, del Liceo di scienze umane e dell’Istituto di istruzione superiore Nitti – Da Vinci di Potenza. Dopo il saluto del prefetto di Potenza Giovanna Cagliostro, spazio alla proiezione di un video sul percorso della memoria sviluppato in questi anni dal Consiglio regionale e agli interventi dello storico Gaetano Morese su “Cosa è stata la Shoah” e della direttrice dell’Archivio di Stato di Potenza, Valeria Verrastro su “Gli ebrei internati in Basilicata: l’opera svolta a loro favore dal vescovo Augusto Bertazzoni”. Previsto inoltre un intervento del coordinatore dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia (Anpi Basilicata), Alessandro Fundone. Le conclusioni saranno affidate al presidente del Consiglio regionale, Vito Santarsiero.

La seconda iniziativa, per il “Giorno del ricordo”, avrà luogo lunedì 11 febbraio a Melfi dalle ore 11 alle 12,30 con gli studenti dell’Istituto Gasparrini e dell’Istituto Righetti. Dopo il saluto delle autorità prevista anche in questo caso un’introduzione dello storico Gaetano Morese, alla quale seguiranno alcuni interventi e le conclusioni del presidente dell’Assemblea Vito Santarsiero.

Nella conferenza stampa sono state annunciate anche altre iniziative del Consiglio regionale: il 16 febbraio, dopo l’esposizione di Potenza, sarà inaugurata a Matera (ore 16,30 - ex convento San Rocco) la mostra “Contemporanea. Pittori, incisori e scultori lucani. Generazione 1930-1960”; nella stessa sede dal 22 al 26 febbraio previste anche le “Giornate dell’editoria lucana”, con la presenza di dodici editori lucani che presenteranno diversi volumi e una mostra di immagini del fotografo di origini lucane Ron Galella; “Anima lucana, il filo che unisce” è invece il titolo dell’assemblea annuale dei lucani nel mondo, che quest’anno si svolgerà a Potenza e a Matera il 25 e il 26 febbraio. 

Redazione Consiglio Informa

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

Festival mandolino Avigliano, Santarsiero: arte e identità

Il presidente del Consiglio regionale definisce l’iniziativa “un...

“Giorno del ricordo”, il 10 febbraio manifestazione a Matera

Con l’evento sulla tragedia delle Foibe si conclude il ciclo di iniziative promosse dal Consiglio regionale per ricordare i momenti che hanno segnato la storia dell’umanità

“Unità d’Italia e brigantaggio”, il 13/11 convegno a Rionero

Promosso dal Consiglio regionale, si svolgerà nella sala “Nino Calice” di Palazzo Fortunato. Mollica: “Riaprire il dibattito e sostenere la ricerca scientifica su una fase importantissima della nostra storia”