giovedì, 18 lug 2019 08:58

Vai all'archivio
Stampa Invia

Scomparsa Franco Stella, il cordoglio di Polese

13 maggio 2019, 17:59

Il vicepresidente del Consiglio regionale ne ricorda le qualità umane e professionali. “Da punto di riferimento per il mondo economico del Materano e da uomo delle istituzioni, non ha mai fatto mancare consigli anche alle nuove generazioni”

(ACR) - “Apprendo della scomparsa di Franco Stella con grande rammarico. E' stata persona di grande valore ed esempio costante per le sue qualità umane e professionali. Uomo dal carattere forte e leale, lascia un vuoto dentro l'intera comunità della Basilicata”. Così il segretario del Pd lucano e vicepresidente del Consiglio regionale, Mario Polese, che esprime cordoglio per la scomparsa di Stella.

“Da vero e proprio punto di riferimento per il mondo economico e imprenditoriale del Materano prima e da uomo delle istituzioni poi, Franco Stella non ha mai fatto mancare consigli anche alle nuove generazioni”, conclude Polese.
 

na

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

Polese: Matera Pride, grave silenzio presidenza Consiglio

Il consigliere del Partito democratico in merito alla richiesta di patrocinio afferma: “Il massimo organismo consiliare della Regione Basilicata ha il dovere di esprimersi”

Autonomia, Braia e Polese: incontro con i Sindaci

I consiglieri di Ab e Pd riferiscono che l’incontro sull'autonomia differenziata, al quale prenderanno parte anche i consiglieri Cifarelli, Pittella e Trerotola, si terrà il prossimo martedì 23 luglio nella sala A del Consiglio regionale

POLITICA, BRAIA/POLESE: BASTA GIOCHI DI PRESTIGIO

“Sulla vicenda petrolio siamo pronti a lavorare tutta l’estate”

Radio radicale, approvata mozione Cifarelli

Con il documento si impegna il presidente della Giunta a “farsi parte attiva nei confronti del governo e del ministero dello sviluppo economico per scongiurare chiusura dell’emittente”