mercoledì, 26 giu 2019 20:47

Vai all'archivio
Stampa Invia

Aree industriali, mozione Cifarelli e Pittella

11 giugno 2019, 15:47

I capigruppo di Pd e Avanti Basilicata chiedono “di sospendere le procedure di gara per l’affidamento della gestione degli impianti ed aprire un tavolo per scongiurare i tagli occupazionali”

(ACR) - “Una delle ragioni per il quale chiedevamo al presidente Bardi di nominare la Giunta entro i termini stabiliti dallo Statuto era perché i dossier e l’incalzare degli eventi non aspettano i tempi della politica. Ne è riprova il caso opportunamente sollevato da Fim, Fiom, Uilm sull’affidamento e gestione delle aree industriali della provincia di Potenza”.

Questo il commento del capogruppo Pd, Roberto Cifarelli, e di Avanti Basilicata, Marcello Pittella, che annunciano il deposito di una apposita mozione consiliare con l’obiettivo di “sospendere le procedure di gara ed aprire un tavolo per scongiurare i tagli occupazionali”.

“Infatti - continuano - la Regione Basilicata, si è limitata attraverso la Stazione unica appaltante, ad avviare la procedura telematica per l’affidamento di gestione manutenzione impianti rete idrica e fognaria dell’ Area industriale di Potenza – Alta Val D’agri, Balvano, Baragiano, Isca Pantanella, Potenza, Senise e Tito – senza tenere conto delle ripercussioni che ciò avrebbe determinato sul personale oggi in forza alla ditta che attualmente si occupa della gestione degli impianti. I servizi delle aree industriali della provincia di Potenza, ad oggi, sono garantiti attraverso l’impiego di complessivi 62 lavoratori. Con la gara bandita attraverso la Stazione unica appaltante, si prevede un taglio dell’occupazione di circa 17 unità”.

“Dal canto nostro - sottolineano Cifarelli e Pittella - attraverso la corretta concertazione con i lavoratori e le stesse forze sindacali, avevamo previsto che i lavoratori che oggi rimarrebbero fuori, fossero riassorbiti in altri servizi consortili e, attraverso un lavoro certosino e l’implementazione delle attività, presso aziende insediate nelle aree industriali. Si capisce che su questa vicenda la Regione non ha svolto in questa fase alcuna funzione se non quella burocratica di avviare gli atti e gli adempimenti per l’avvio della procedura di gara telematica”.

“E’ necessario - concludono i capigruppo di Pd e AB - che l’assessore Cupparo si attivi per una sospensione della procedura di gara e convochi un tavolo utile alla ripresa del dialogo e della condivisione al fine di scongiurare il taglio dell’occupazione”.

lc

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

Braia e Cifarelli: evitare chiusura psichiatria a Matera

Dopo gli incontri svolti oggi a Matera i consiglieri regionali sperano “che si possa garantire che il primo luglio prossimo il servizio sia svolto comunque in entrambi i presidi” ed auspicano l’apertura di un tavolo sulla riorganizzazione del servizio

Magna Carta Total, Cifarelli: riaprire tavolo concertazione

Per il capogruppo del Pd è necessario “per evitare che i lavoratori per disperazione facciano un presidio davanti allo stabilimento di Tempa Rossa ed in virtù della richiesta di incontro da tenersi in prefettura a Potenza fatta dai sindacati confederali”

Autonomia Regioni, Trerotola: il percorso sia condiviso

Per il consigliere regionale “l’’autonomia differenziata non può insidiare i principi di uguaglianza, solidarietà e unità nazionale ma deve essere l’occasione per migliorare in termini di efficienza i settori e le materie istituzionali coinvolte”

IL CENTROSINISTRA: CONFUSIONE TOTALE NELLA SANITÀ

Interrogazione di Braia, Cifarelli e Polese sull’intramoenia