mercoledì, 18 set 2019 21:46

Vai all'archivio
Stampa Invia

Aumentano istanze dei lucani al Difensore civico regionale

12 giugno 2019, 13:15

Per Antonia Fiordelisi “i cittadini chiedono più trasparenza e la Difesa civica contribuisce anche a ridurre il contenzioso dinnanzi al giudice amministrativo”

(ACR) - Sono ogni anno di più i lucani che si rivolgono alla Difesa civica in materia di accesso agli atti e trasparenza amministrativa, in alternativa al rituale ricorso al Tar.

“La richiesta di trasparenza nei confronti della pubblica amministrazione è una delle principali cause di intervento da parte dell’ufficio - afferma il Difensore civico regionale Antonia Fiordelisi -. Ciò a dimostrazione di una rinnovata forte domanda di trasparenza da parte dei cittadini, che rende sempre più inderogabile la necessità di contrastare la complessità dei procedimenti amministrativi. La Difesa civica contribuisce anche a ridurre il contenzioso dinnanzi al giudice amministrativo".

I dati relativi al 2018, evidenziano un aumento del 20 per cento delle istanze rispetto all’anno precedente, del 55 per cento in più rispetto al 2015, anno di inizio del mandato. E’ un trend in crescita anche in virtù della gratuità, tempestività e informalità dell’intervento attivabile presso il Difensore civico.

Su 992 istanze (richieste di intervento, chiarimenti, pareri, informazioni, solleciti, segnalazioni) sono stati aperti formalmente 222 fascicoli. Il 27 per cento ha riguardato la materia dell’accesso agli atti. I cittadini chiedono il riesame sul diniego opposto dalle amministrazioni del territorio, comprese le richieste di accesso civico e di accesso ambientale.

Alcuni dei ricorsi sono stati presentati anche da parte di consiglieri comunali, provinciali e regionali nei confronti delle stesse amministrazioni di appartenenza. 

Redazione Consiglio Informa

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

Reddito cittadinanza, Quarto: non risolve problemi lavoro

Per il consigliere di Basilicata positiva “occorreva avviare invece a parità di costi, politiche strutturali con investimenti pubblici, con l’inserimento di nuove forze lavorative nel settore della pubblica amministrazione”

LUDOPATIA, TREROTOLA NON CONDIVIDE PROPOSTA SAPAR

“No all’eliminazione delle distanze minime dai luoghi sensibili”

Baldassarre: “Partito nuovo corso Basilicata”

Il vice presidente del Consiglio, riferendosi alla relazione del presidente Bardi, parla di “un cambio di passo che sarà fatto anche nei modi e nei metodi di agire”

Autonomia regionale, Braia presenta mozione

“I cittadini e le cittadine di Basilicata, si legge nel documento cofirmato di consiglieri Pittella, Polese, Cifarelli e Trerotola, hanno il diritto di conoscere quale sia la visione prospettica sul tema dell’autonomia differenziata”