venerdì, 23 ago 2019 06:31

Vai all'archivio
Stampa Invia

Autonomia, Leggieri: “Inaccettabili insulti a Conte”

22 luglio 2019, 18:38

“Bardi chieda ai suoi colleghi Zaia e Fontana rispetto per il Premier e difenda le ragioni del Sud e della Basilicata”

(ACR) - “Voglio esprimere la mia piena condivisione della posizione espressa sul tema dell’autonomia  dal premier Conte nella lettera aperta inviata nei giorni scorsi al Corriere della Sera. Le dichiarazioni dei presidenti delle Regioni Veneto e Lombardia, Luca Zaia e Attilio Fontana, che hanno addirittura parlato di ‘cialtronata’ ed evocato la crisi per un Governo che ‘non ha più senso’, sono state inaccettabili, in quanto pronunciate da rappresentanti istituzionali e rivolte a rappresentanti istituzionali, sono scadute in veri e propri insulti  nei confronti del Presidente del Consiglio”.  Lo afferma il consigliere regionale del M5s, Gianni Leggieri che aggiunge “voglio essere molto chiaro ed esprimere l’assoluta contrarietà alla creazione di un contesto in cui ci sono cittadini di serie A e cittadini di serie B, espressamente vietato dalla Costituzione. Il Movimento 5 Stelle è favorevole a un processo di autonomia soltanto a patto che questo sia solidale e cooperativo. Il trasferimento di funzioni non può e non deve essere un modo per sbilanciare l’erogazione di servizi essenziali a favore delle regioni più ricche”.

“È stato fondamentale tutelare il mondo della scuola, pilastro della democrazia del nostro Paese, che – precisa il consigliere - deve rimanere assolutamente di competenza nazionale. È bene ribadire con forza che non ci saranno dipendenti della scuola che passeranno alle Regioni, non ci saranno stipendi regionali, non ci saranno stipendi di serie A e di serie B. Tutto il personale rimarrà di competenza nazionale, fatte salve le quote dell’autonomia scolastica che conosciamo ormai da venti anni. Quindi nessuna differenza all’interno del personale, nessuna differenza all’interno degli alunni, nessuna differenza all’interno delle istituzioni scolastiche. Bisogna assolutamente continuare a dare pari opportunità a tutti i cittadini e a tutti gli operatori della scuola”.

“Invito il  Presidente Bardi che nei giorni scorsi ha affermato che il Sud e la Basilicata devono essere al centro dell’agenda politica italiana - conclude Leggieri -  a chiedere ai suoi colleghi Zaia e Fontana (che evidentemente hanno come unico scopo gli interessi dei Veneti e dei Lombardi)  rispetto per il Premier Conte e per i cittadini meridionali e lucani.




na

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

Cicala: auguri alla Federazione dei Lucani in Lombardia

Il presidente del Consiglio regionale della Basilicata, ha rivolto alla neonata federazione parole di ringraziamento per questo traguardo raggiunto. “Ci sarà una nuova e crescente attenzione verso l’associazionismo dei lucani nel mondo”

Autonomia, Braia, Polese: la maggioranza mortifica i lucani

A margine dei lavori della prima Commissione consiliare, i consiglieri di Avanti Basilicata e del Partito democratico: “La maggioranza ossequia Salvini e mortifica i lucani”

Associazioni lucani nel mondo, Cicala: nuova forza e slancio

Così il presidente del Consiglio nel ricevere il presidente della...

VITALIZI, SI PASSA AL SISTEMA CONTRIBUTIVO

Cariello: “Non viene reintrodotto per i consiglieri in carica”