giovedì, 22 ago 2019 21:53

Vai all'archivio
Stampa Invia

I lucani di Panama incontrano il Presidente Cicala

13 agosto 2019, 13:12

Dopo aver ringraziato i fondatori dell’Associazione lucana a Panama, Cicala si è rivolto ai giovani presenti: “A voi l’invito di proporre nuove iniziative, a voi la sfida di interpretare la cultura lucana e la lingua italiana con nuovo entusiasmo”

© 2013 - I giovani lucani Panama ricevuti dal Presidente Cicala

© 2013 - I giovani lucani Panama ricevuti dal Presidente Cicala

(ACR) - “L’associazionismo lucano nel mondo una risorsa per tutti noi. Una valida forma di aggregazione nella prospettiva storica prima e in quella attuale intesa quale collegamento moderno capace di mettere in relazione diverse esperienze umane”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Carmine Cicala, ricevendo oggi una delegazione di giovani di origine lucana che vive a Panama.
“E’ davvero emozionante oggi vedervi qui  - ha detto Cicala rivolgendosi ai giovani – e sentirvi così presi da quelli che sono gli affetti e  le tradizioni dei vostri avi lucani ma anche pronti a farvi guidare da coloro i quali hanno gettato la prima pietra per la costruzione dell’associazionismo lucano nel mondo. A loro va il mio ringraziamento per essere stati preziosi fondatori e custodi dei valori che sono alla base del nostro modo di intendere la lucanità: l’operosità, la tenacia, il senso del dovere. Quelle qualità che il grande Leonardo Sinisgalli ha così ben descritto, definendoci ‘uomini non esibizionisti che dove arrivano fanno il nido’. A voi fondatori, da oggi, mi rivolgo in quanto ‘governatori’ delle associazioni, sapendo che saprete con grandezza d’animo mettere a disposizione il vostro patrimonio di conoscenze e di esperienze a favore dei giovani che sono il nostro futuro. Uno degli obiettivi  che da presidente della Commissione regionale dei lucani nel mondo mi prefiggo di centrare è il pieno coinvolgimento delle giovani generazioni che sanno così bene colloquiare con le nuove frontiere della comunicazione. A voi l’invito di proporre nuove iniziative, a voi la sfida di  interpretare la cultura lucana e la lingua italiana con nuovo entusiasmo, a voi il compito di rendere più forti progetti quali gli scambi interculturali e quelli dedicati al turismo di ritorno”.

“Non solo una visita di cortesia, quella di oggi - ha sottolineato Angela Latoracca, già sindaco di Moliterno, figlia di emigranti e nata a Panama, ma un’occasione per ribadire  il valore dell’associazionismo lucano nel mondo. Tanti uomini e tante donne che con spirito di sacrificio e, spesso non sotto i riflettori, come il nostro Domenico Melillo, ginecologo di grande professionalità e umanità, hanno tenuto vivo il contatto con la regione di appartenenza, offrendo  un valido contributo nella costruzione dell’associazione quale ‘casa comune’ dove offrire sostegno a quanti ne avevano bisogno. Un lavoro proseguito nel corso degli anni con l’attenzione a tutto ciò che sa di identità, con l’impegno di coinvolgere la seconda e terza generazione. Negli anni passati tante le iniziative e interessanti, come gli scambi interculturali con l’università degli studi della Basilicata, programmi per l’apprendimento della lingua italiana e, oggi  la visita di questi giovani che hanno avuto modo di toccare con mano quelle che sono le tradizioni del paese di appartenenza dei loro nonni o genitori, vivendo le sagre, le processioni, visitando luoghi e conoscendo uomini e donne della nostra Basilicata”. 

Domenico Melillo, visibilmente commosso, ha ringraziato il presidente Cicala per la disponibilità dimostrata e l’accoglienza e la Regione Basilicata per quello che sino ad oggi è stato possibile realizzare (l’implementazione della strumentazione medico-sanitaria a Santiago di Panama e progetti  di screening e di  prevenzione). “Siamo orgogliosi di essere qui – ha sottolineato – e di poter raccontare da lucani veri e convinti quanto siano importanti questi momenti. Oggi abbiamo portato in Basilicata 6 giovani, studenti. Giovani che prontamente si sono calati nell’atmosfera di Moliterno, vivendo a pieno momenti di convivialità, scoprendo i nostri sapori e saperi. Un progetto, promosso dall’Associazione dei lucani a Panama e dall’Associazione contro il cancro di Panama,  che vede due tappe, la prima quella che stanno vivendo i 6 giovani giunti in Basilicata che dal 6 agosto  fino al 17 visiteranno i posti più rappresentativi della regione e poi la seconda che vedrà l’esibizione del gruppo folk ‘U cirnicchiu’ di Moliterno a Panama City”.

Al termine del colloquio il presidente Cicala ha fatto dono al presidente dell’Associazione dei lucani a Panama, Domenico Melillo, della spilla rappresentante lo stemma della Regione Basilicata  e della medaglia raffigurante il pino loricato. A Cicala, invece, Melillo, ha regalato un prodotto artigianale tipico di Panama, un variopinto ventaglio.

na

Commenta la notizia

Per poter commentare i contenuti devi essere registrato a Consiglio Informa.
Se sei già nostro utente ACCEDI altrimenti REGISTRATI

argomenti di interesse

Per visionare il contenuto è necessario installare Adobe Flash Player

contenuti correlati

Neonatologia San Carlo, la solidarietà di Cicala ai genitori

Il presidente del Consiglio regionale si è recato dinanzi il...

EuropeBike, Cicala: un tour che unisce sport e cultura

Il presidente del Consiglio regionale Basilicata: “Oggi abbiamo la...

Europebike, 20/8 conferenza stampa Cicala

ll Presidente del Consiglio regionale della Basilicata, alle ore 10.00, incontrerà i giornalisti per spiegare, insieme agli organizzatori, la finalità del tour in bicicletta delle Capitali europee della cultura

VITALIZI, CICALA: "PROVA DI SOBRIETA' ED EFFICIENZA"

La soddisfazione del Presidente del Consiglio